Guida su Niseko

Weather

Immagini trasmesse in diretta dalla stazione di Niseko "Niseko view plaza"

Open Live Camera

HOME > A proposito di Niseko | Visione generale di Niseko

Visione generale di Niseko

Le origini di “Niseko”

“Niseko (nisekoan)” è una parola Ainu che significa “(fiume che scorre intorno alla parte inferiore di) uno strapiombo”.

Le origini di “Niseko”

La parola "nupuri" proviene dalla lingua Ainu e significa "montagna". "Niseko-Annupuri", dove si trova la pista da sci, significa "montagna con uno (fiume che corre intorno alla parte inferiore di uno) strapiombo". Dal momento che il nome contiene già il termine per indicare una montagna, non si dice "monte Niseko-Annupuri”.

Niseko-Annupuri

Sebbene molti toponimi in Hokkaido abbiano avuto origine dalla lingua Ainu, la maggior parte di essi è scritta con caratteri kanji. Si dice che sebbene i giapponesi che si stabilirono a Niseko durante il periodo Meiji (1868 -) registrarono il nome Ainu della località usando la scrittura kanji, essa non venne adottata e venne invece utilizzata la scrittura katakana.

Storia del nome della città

Niseko Station

Nel 1963, l'area di Niseko-Annupuri venne designata “Parco Semi-Nazionale di Niseko - Shakotan - Otaru Kaigan”. In quel momento, la stazione ferroviaria nazionale (ora JR) si chiamava ancora “Stazione di Kaributo” e di conseguenza si cercò di cambiare il nome dell’ingresso di Niseko in “Stazione di Niseko”.

Tuttavia, poiché la compagnia ferroviaria nazionale era riluttante a cambiare il nome in favore della nuova dicitura in katakana, gli sforzi furono deviati verso la ridenominazione del paese e, nel 1964, nacque la città di “Niseko”.

Geografia e clima

Approfittate della bellezza delle stagioni a Niseko

- banner1
Close Me!
Summer

A field of sunflowers bathes in the summer sun

  • Summer

    A field of sunflowers bathes in the summer sun

  • Spring

    Spring brings a colourful floral array

  • Autumn

    Breathtaking autumn sunsets

  • Winter

    A frosty winter snowscape

La città di Niseko (42°52’ N e 140°48’ E) si trova nella parte occidentale del centro di Hokkaido, quasi al centro della Prefettura Secondaria di Shiribeshi. Si trova in un bacino dolcemente ondulato, con i 1.898 m. di altezza del Monte Yotei, nel parco nazionale ad est, ed i 1.309 metri del Monte Niseko-Annupuri, nel Parco Semi-Nazionale a nord. Attraverso la città scorre il fiume Shiribetsu, il fiume più pulito del Giappone (2004), i cui affluenti sono i fiumi Konbu, Niseko Anbetsu e Makkari. La zona ha un clima interno con una temperatura media di 6,3 °C ed, in inverno, la città può vedere la neve accumularsi fino ad altezze di ben 200 cm.

Industria e Cultura

Agricoltura Circa 200 famiglie coltivano 2.000 ettari di terreno con una produzione annua di poco meno di tre miliardi di yen. Le principali coltivazioni includono patate, meloni, asparagi, particolarmente noti per la loro qualità e gusto, e riso, pomodori e bulbi di giglio. Il settore agricolo sta vivendo un periodo di rivitalizzazione, sfruttando le caratteristiche distintive di Niseko per promuovere l'agricoltura e grazie all’aumento dei profitti, promuovendo l’ “agricoltura pulita” e il supporto per vendita diretta,
Turismo Il distretto di Niseko ha zone designate sia come parco nazionale che parco semi-nazionale ed è un’attrazione turistica per tutto l'anno, godendo di una pittoresca campagna che riflette la bellezza di tutte e quattro le stagioni. L’estate invoglia i visitatori a provare gli sport all'aria aperta come trekking, canoa e rafting, mentre in inverno si affollano alla grande stazione sciistica famosa per la sua celebre neve di alta qualità e per gli sport invernali. La zona è anche costellata di molte sorgenti d'acqua calda dai differenti contenuti minerali ed offre moltissime strutture ricettive come alberghi e B&B, che offrono ognuno il proprio tocco personale.
Cultura Ai piedi del Monte Yotei è situata la celebre area di Arishima, un terreno agricolo che è stato coltivato per la prima volta dal padre del famoso autore dell’inizio del XX secolo Takeo Arishima. Takeo lasciava utilizzare ai suoi inquilini i terreni a titolo gratuito e la sua eredità di “mutuo soccorso” continua a vivere ancora oggi a Niseko. Nel 1977, per celebrare i 100 anni dalla sua nascita, è stato costruito il Museo in memoria di Arishima Takeo sul sito originario della fattoria. Il museo svolge un ruolo centrale nella diffusione della cultura locale, ricevendo un gran numero di visitatori.

Le origini di Konbu Onsen

Perché “Konbu”

Konbu letteralmente significa “alga kelp” e vi sono varie spiegazioni circa l'origine del nome “Konbu Onsen”. Un parere sostiene che il nome sia stato preso dal vicino monte conosciuto come “Konbu-dake”. Questa montagna si fa riferimento in lingua Ainu a “Tokonpo-nupuri” che si traduce in giapponese come “chiisana ko (n) bu yama” (lett. montagna leggermente gobba) e da qui il nome “Konbu-dake”.

Un'altra opinione è che, poiché la zona era situata dove confluiscono i fiumi Shiribetsu e Konbu, aveva una lunga storia di produzione di prodotti agricoli ed era relativamente vicino a Isoya, un fortunato villaggio sulla costa del Mar del Giappone che godeva di una grande abbondanza dei prodotti del mare, il nome potrebbe aver avuto origine dall’introduzione da parte degli Ainu di prodotti del mare come l’alga konbu, usata per baratti con i prodotti agricoli interni. Poiché all’epoca non vi erano strade, si dice che l’alga konbu venisse fissata agli alberi per indicare la via del ritorno.